Capitolo 1.

Strumenti

Bastoncini Spingi Cuticole

 

Prima di iniziare con la cura delle unghie, le cuticole non devono essere eliminate subito, ma solamente spinte con dei movimenti delicati. Potete usare dei bastoncini di legno di rosa, di arancio, di plastica o lo strumento in metallo.

 

 

Spingi Cuticole Doppio

Potete spingere le cuticole in tutte le direzioni con lo strumento doppio. Usatelo con attenzione per non danneggiare la superficie dell’unghia naturale.

Lime

Potete usare delle lime di metallo, vetro, ceramica, teflon o minerale per regolare l’unghia naturale prima del trattamento.

Le lime di cartone sono adatte a regolare le unghie finte, non utilizzatele sulle le unghie naturali. Ciascun trattamento è differente: per questo le lime hanno diverse ruvidità.

La ruvidità è la caratteristica più importante delle lime. Ogni superficie delle lime è diversa.

Possono essere più strette o più larghe, e saranno rispettivamente meno ruvide o più ruvide. La ruvidità è indicata al centimetro con dei numeri, cioè 1 per 1cm. Nella tabella seguente potete facilmente identificare i numeri che indicano la maggiore o minore ruvidità delle lime, e quali sono raccomandate per diversi lavori dagli stessi produttori

Ruvida 80, 100, 120, Preparazione
Medio Ruvida 180 Accorciare
Media 220 Dare forma
Media fine 320 Limare la superficie
Fine 400, 600 Affinare la superficie  
Buffer (Mattoncino) 4000, 12000, Dare lucentezza

Se una lima ha due lati con ruvidità diverse, troverete indicati per esempio i numeri 100/180. Un lato è ruvido, l’altro medio ruvido. Questo faciliterà il vostro lavoro, poiché non dovrete cambiare lima durante l’operazione, ma solamente girarla dall’altro lato. Una lima può anche avere tre o quattro lati con diverse ruvidità, se la lima ha due estremità. In questo caso si parlerebbe di buffer a tre o quattro lati.

Le lime hanno diverse dimensioni, dalla più corta di 9-10 cm alla professionale da 20cm. La forma può variare: potrà essere a forma di goccia, dritta, larga, ad arco o a “banana”. Anche i buffer (mattoncini) possono essere dritti o curvi.


I mattoncini (buffers) sono alla base del trattamento levigante e lucidante, solitamente sono a quattro lati e utilizzati per la preparazione dell’unghia e per farla ritornare lucida. Quando sono nuovi è necessario limare gli spigoli prima dell’uso. In questo modo eviterai durante il trattamento, di danneggiare le cuticole.

 

 

Strumenti antistatici

È necessario rimuovere la polvere che si crea dal limatura delle unghie con delle spazzole antistatiche. Esse sono resistenti all’acqua, sterilizzabili, hanno setole naturali o artificiali. L’eliminazione della polvere è molto importante per la buona riuscita di un trattamento professionale ed a lunga durata. Spazzole con setole troppo morbide, per esempio, non sarebbero adatte, proprio perché tratterrebbero la polvere stessa. Allo stesso tempo spazzole con setole troppo dure potrebbero graffiare la pelle intorno all’unghia.

 

 

Prima di utilizzarle verificare che le setole siano libere, e non trattengano nessun oggetto che possa danneggiare l’unghia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tip Cutter – Regolatore di Tip

 

Dopo aver applicato le tips, dovrai regolare la giusta lunghezza con il regolatore. Non utilizzare mai le forbici, perché deformerebbero o romperebbero le tips.

 

 

I regolatori professionali possiedono uno spazio ad arco che supporta le tip stesse, che non si deformeranno durante il taglio

 

Pennelli

Puoi utilizzare diversi pennelli per l’applicazione tecnica del gel o dell’acrilico, e per le decorazioni. Le dimensioni, forme e materiale delle setole si differenziano per i diversi usi.

 

I pennelli da Gel sono fatti da setole artificiali. Questo perché le setole artificiali mantengono la loro forma nel tempo e stendono il materiale più facilmente. Sempre per lo stesso motivo, normalmente saranno pennelli piatti. I pennelli da gel non hanno bisogno di essere puliti perché il materiale non si asciuga all’aria. Se lasciaste i pennelli non umidi stenderebbero  il materiale più difficilmente e continuando ad utilizzarli in questo modo porterebbero ad un uso improprio del materiale.

 

I pennelli da Acrilico sono fatti da setole naturali di origine animale (martora, scoiattolo, zibellino) perché nel liquido dell’acrilico sono presenti degli elementi chimici che danneggerebbero le setole artificiali. I pennelli da acrilico sono comunemente cilindrici e sottili per raccogliere e stendere facilmente la polvere. La dimensione dei pennelli, l’ampiezza delle setole in millimetri, è indicata sul manico. Gli onicotecnici esperti usano pennelli più spessi e più velocemente, mentre quelli ancora alle prime armi pennelli più appuntiti per sicurezza. La dimensione dei pennelli più a punta sarà 4, i più spessi 6 o 8.  

 

I pennelli da Nail Art sono anch’essi fatti da setole naturali. Sono pennelli a punta molto definita. Con i pennelli più corti possono essere disegnate decorazioni, con quelli più lunghi  delle linee. Con i pennelli a triangolo con setole artificiali si possono inoltre applicare le polveri glitter.


Porta-liquido

È uno strumento piccolo, ma importante per lavare i pennelli o le boccette, o contenere il liquido dell’acrilico. Può essere fatto di vetro, plastica o ceramica. Se utilizzate un contenitore in plastica assicuratevi che sia resistente sia all’acetone sia al liquido dell’acrilico!

 

 

 

Erogatore/Dispenser

Potete utilizzare questi bottiglini per oli, acetone o i liquidi per rimuovere lo smalto. Dotato di pratica pompetta, può essere in metallo o plastica. Rilascia la giusta dose di liquido, in un semplice tocco, senza aprirlo; in  questo modo avete la possibilità di intingere facilmente la spugnetta o il cotone.

 

 

 

 

 

Salviettine e spugnette

In qualsiasi fase del vostro lavoro è sempre meglio avere delle pratiche salviettine di carta o spugnette a portata di mano. Puoi utilizzarle per pulire i pennelli, rimuovere lo smalto, asciugare il materiale in eccesso. Alcune salviettine potrebbero lasciare delle piccole particelle di carta sull’unghia, le quali potrebbero essere un problema quando dovrete successivamente trattare l’unghia, o lucidarla. Potrebbero macchiare il materiale o rimanere sullo smalto, quando è asciutto. Ovviamente questo non accade con l’uso di spugnette.

 

Cartine (forms)

In caso di ricostruzione unghie, non vengono utilizzate le tips, ma un materiale che si modella ad estensione dell’unghia naturale. Le cartine di carta, metallo o plastica vengono applicate sotto le unghie naturali, ad allungarle, fino a che si solidificano. Solo quando sono completamente asciutte è possibile rimuoverle delicatamente.

Le cartine di carta sono monouso, e non è necessaria nessuna sterilizzazione. Una nota positiva è che non trattengono il calore, come quelle di metallo.

Se utilizzate le cartine trasparenti la luce UV potrà raggiungere l’unghia naturale.

Le cartine di metallo e plastica possono essere utilizzate più volte.è quindi importante sterilizzarle dopo ogni uso.

 

 

Uno strumento fondamentale per le tecniche gel è la lampada UV. L’asciugatura avviene grazie alla luce UV che accelera i movimenti delle particelle del materiale, generando calore.

 

L’intensità del calore dipenderà dallo spessore del gel applicato e dalla potenza della luce della lampada. Scegliendo di utilizzare la lampada UV si indicherà la potenza non tramite Watt, ma tramite Lux. Questo dipenderà dal numero, la lunghezza, e la localizzazione dei bulbi.

 

La presenza di specchietti all’interno della lampada crea una distribuzione uniforme della luce, in modo tale che il gel si asciughi più velocemente ed omogeneamente.

Ci sono inoltre lampade in un formato più piccolo, dove si può asciugare una mano alla volta. Queste sono ideali per lavorare a casa, o per chi ha appena iniziato la professione.

 

 

Le lampade più grandi, per asciugare le due mani contemporaneamente sono utilizzate da professionisti con esperienza in salone, per lavorare più velocemente.

 

Nel caso il bulbo si esaurisca può essere facilmente sostituito.

 

Frese per unghie

La fresa per unghie è lo strumento fondamentale di lavoro che abbrevia sostanzialmente il tempo dedicato al trattamento. Prima di tutto è importante lucidare la superficie e i lati dell’unghia artificiale, o anche accorciarla. È necessaria esperienza e molta attenzione nell’uso.

 

 

 

 

Le frese normalmente hanno un voltaggio inferiore ai 24V, ottenuto riducendo i 220V con un adattatore. Le macchine moderne hanno incluso comunque un adattatore.

Le teste della fresa, potranno essere di ceramica, diamante, zaffiro, carburo o carta vetrata, dipendente dal tipo di lavoro da compiere. Le teste hanno un moto rotatorio: di conseguenza potrete sentire l’unghia surriscaldarsi. Consigliamo di utilizzarle solamente a bassa o media velocità e di fare numero pause per evitare questa fastidiosa sensazione

 

Parti di carta vetrata possono essere fissate sulla testa della fresa; sono molto comode poiché monouso, non necessitano quindi di essere sterilizzate.

 

Le teste della fresa in metallo, pietra e ceramica devono essere disinfettate dopo l’uso, come tutti gli altri strumenti.

 

Se sembra che la macchina non stia funzionando correttamente, va mostrata immediatamente a qualche professionista.

Sul mercato ci sono tanti comodi accessori creati apposta per semplificare il vostro lavoro.

Non sono solo utili, ma possono anche decorare il salone e creare quindi la giusta atmosfera. Potrete sceglierli in base alla necessità e le vostre abitudini.

Dita e Mani finte per pratica

Per chi non ha la possibilità di allenarsi su di una persona in carne e ossa raccomandiamo l’uso di modelli di plastica. Potrete imparare ad incollare le unghie finte, come tenere le mani della cliente ed a usare tutti gli strumenti in sicurezza, senza la possibilità di danni.

 

  1. Materiali

 

Nail preps/Primers

Le unghie naturali dovrebbero essere tra

ttate per permettere all’unghia finta di durare di più ed essere salda. I trattamenti più importanti sono la pulizia, l’asciugatura da possibili sostanze, e la preparazione prima dell’applicazione dell’unghia finta. Per fare ciò utilizzerete diversi materiali: i nail prep, per esempio, disinfettano, prevengono la formazione di funghi e asciugano l’unghia.

I nail prep possono essere a forma di pennelli, spray o a forma di penna.

Se le mani risultano umide e fredde vuol dire che necessitano di una maggiore protezione. In questo caso potrete utilizzare con molta attenzione uno strato leggero di primer acido.

Se avete una pelle delicata raccomandiamo di non utilizzare un primer non acido.

Questi prodotti sono al passo con i tempi, non sono caustici e non rendono gialle le unghie finte .

 

Se volete utilizzare un prodotto sull’acrilico dovete leggere bene le istruzioni prima dell’uso, poiché alcuni primer potrebbero rovinare o danneggiare  le tips. È anche molto importante scegliere il primer della stessa linea dello smalto o gel utilizzato, perché i produttori hanno già sperimentato ed ottimizzato l’interazione delle sostanze chimiche perché siano sicuri.

 

I primer con un applicatore più sottile sono i migliori, poiché possono applicare solo la giusta quantità di prodotto nell’area desiderata, senza esagerare.

 

 

 

 

 

La colla da TIPs

I produttori hanno studiato meticolosamente e hanno sviluppato colle più resistenti e migliori per l’applicazione di unghie artificiali. Nei negozi potrete trovare colle in liquido o gel, con applicatori a pennellino o a contagocce.

 

Le colle liquide devono essere stese sulla tip. Le colle a gel dovrebbero essere utilizzate solo su unghie problematiche. Vanno applicate sulle tips per essere fissate sull’unghia naturale, per coprire l’estremità. La giusta distribuzione della colla è fondamentale.

Una buona colla da tip deve essere ipoallergenica, idrorepellente, durevole e ad asciugatura veloce. L’asciugatura ideale dovrebbe essere di 5-10 secondi.

 

TIP

Le TIP  sono unghie artificiali fatte di nylon o acetato, atte ad allungare l’unghia naturale, da applicare con un’apposita colla. Per scegliere la tip giusta dovrete tenere conto della forma delle unghie e della loro dimensione. Se avete diverse tipologie di tip sarà più facile per voi scegliere quelle consone alla cliente.

Potete trovare più informazioni al riguardo in questo articolo. (link to next article)

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *